Archivi tag: riammissione alla rateazione

Riammissione alla rateazione entro il 20 ottobre

55a7d1eefdb94d0bb8a4c31dIl 3 ottobre 2016 l’Agenzia delle Entrate con la Circolare 41/E ha precisato i termini per la riammissione al beneficio della rateazione per alcuni soggetti che ne sono decaduti.

In particolar modo l’Agenzia si rivolge a tutti quei contribuenti che avevano un piano di rateazione con l’istituto a seguito di accertamento per adesione  acquiescenza oppure per definizione degli inviti al contraddittorio o di processi verbali di constatazione dai quali sono decaduti nel periodo compreso tra il 16 ottobre 2015 e il 01 luglio 2016.

L’istanza deve essere proposta presso l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate che ha emesso l’atto originario presentandola in carta libera direttamente allo sportello, inviandola per raccomandata o via pec entro e non oltre il 20 ottobre 2016.

Essa deve riportare i dati del contribuente e gli estremi dell’atto oggetto del piano originariamente decaduto, il numero di rate trimestrali tramite le quali il contribuente intende estinguere il debito residuo.

Secondo la circolare il nuovo piano rateale rimane sempre collegato a quello originario. Questo significa che per il calcolo delle numero massimo di rate ammissibili si dovrà far riferimento al momento in cui la definizione dell’atto è avvenuta. In altre parole se il perfezionamento dell’atto originario è avvenuta prima del 22 ottobre 2015 il numero massimo di rate consentite per importi superiori a €50.000 sarà 12, se invece è avvenuta dopo il 22 ottobre 2015 allora il numero massimo di rata sarà 16.

Il contribuente al quale è stata accolta l’istanza dovrà versare la prima rata entro 60 giorni dalla comunicazione da parte dell’Agenzia. Contrariamente a quanto accadeva in passato nessuna rata già scaduta dovrà essere versata al momento della presentazione dell’istanza al fine di essere riammessi al beneficio.

La norma non prevede nulla per quanto riguarda la decadenza da nuovo piano per cui restano in valide le regole ordinarie.

 

Riassumendo:

  • CHI? i contribuenti decaduti da un piano di rateazione a seguito di accertamento con adesione o acquiescenza, pvc, adesione all’invito al contradditorio
  • QUANDO? la decadenza deve essere avvenuta tra il 16 ottobre 2015 e il 1 luglio 2016
  • COME? presentando un’istanza in carta libera presso l’ufficio dell’agenzia entrate che ha emesso l’atto originario entro il 20 ottobre 2016
  • PERCHE’? per essere riammessi ad un nuovo piano di rateazione per il debito residuo con un numero massimo di rate che va da 12 a 16.